Regolamento per l'uso del Proxy Server

Regole di utilizzo del Servizio Proxy.

Il servizio di Proxy consente l’accesso a risorse elettroniche riservate ai soli utenti autorizzati (studenti, ricercatori, docenti, personale, collaboratori, ecc.) dell’Università della Calabria.

L’accesso a tali risorse è regolato da contratti (o licenze) che impegnano l’Università a vigilare attivamente sul rispetto degli usi consentiti e individuare eventuali abusi.

L’attivazione del servizio di Proxy per l’accesso dall'esterno della rete d’Ateneo alle risorse riservate implica la stretta osservanza delle regole che seguono.

Non contravvenire gli scopi del servizio Proxy

Lo scopo del servizio Proxy è di dare supporto informativo e documentario alla ricerca, alla didattica e alle attività collaborative in linea all'interno dell'Ateneo. La consultazione delle risorse riservate deve essere pertinente a questo scopo. Pertanto:

  • Non interferire con attività altrui o con il funzionamento del sistema, ovvero evitare di:

• permettere ad alcuno di utilizzare il vostro accesso (account)

• sostituirsi a qualcun altro nell’uso dei sistemi

• cercare di catturare password altrui o forzare password o comunicazioni criptate

• distruggere o alterare dati altrui

  • Non cercare di limitare o negare l’accesso al sistema a utenti legittimi
  • Non utilizzare l’accesso alle risorse riservate per scopi di lucro
  • Non permettere ad alcuno di venire a conoscenza della vostra password

Se da una parte è ovvio che sia noto il vostro userid (nome.cognome: attraverso questo nome siete noti alla comunità Internet) non dovete mai far conoscere ad alcuno la password del vostro accesso. Nessuna persona deve venire a conoscenza della vostra password.

Dare la vostra password a qualcuno equivale a consegnare un assegno in bianco, o “prestare” una carta di credito. Se qualcuno fa cattivo uso della vostra password ne siete direttamente responsabile.

Non c'è nessun motivo per comunicare la propria password a chicchessia: ogni tesista, ogni collaboratore dell’Università può ottenere il proprio account.

Non violare la privacy di altri utenti

Tutti gli utenti del servizio devono porre attenzione, coerentemente con la regola di cui sopra, a non violare la privacy degli altri utenti, anche non intenzionalmente.

Non copiare e non fare cattivo utilizzo di materiale coperto da copyright (incluso software)

L’accesso a periodici elettronici, banche dati bibliografiche e fattuali non gratuiti e non open access è di norma regolato da un contratto o licenza che stabilisce quali sono gli aventi diritto e gli usi consentiti. Nel sottoscrivere tali contratti, l’Università si impegna a pubblicizzare gli usi consentiti e a far rispettare le clausole del contratto.

Pertanto ogni utilizzo commerciale o per scopi non connessi alla ricerca e alla didattica di detti materiali è vietato.

L’uso del servizio implica l’accettazione delle norme del presente regolamento.